mag 02

81° Comitato Centrale

81° COMITATO CENTRALE SNA
Sna finanziariamente solido, a difesa dell’autonomia e della libertà professionale degli Iscritti

Sotto la presidenza di F. Procopio, coadiuvato dal vice presidente S. Sterbini e dal segretario S. Salvi, si sono aperti i lavori dell’ottantunesimo Comitato Centrale SNA, a Ferno (VA). Dopo il sentito ricordo del collega Eugenio Nardelli, recentemente scomparso, è stato approvato il verbale del Comitato precedente, tenutosi il 14 e 15 aprile 2016.
Punto centrale dell’o.d.g. del Comitato Centrale è stato l’approvazione del bilancio consuntivo 2016 e preventivo 2017. Lo SNA ha sempre considerato prioritario riequilibrare i propri conti, agendo sulle inefficienze, ammodernando compiti e procedure, attuando una forte opera di contenimento dei costi. Il bilancio consuntivo 2016 evidenzia i risultati ottenuti, presentando un utile vicino ai 300.000 euro prima delle imposte e degli accantonamenti.
Sna ha così ritrovato quella solidità economica che permette di guardare ad un futuro che impone la massima attenzione alle problematiche della categoria, che potranno essere affrontate con la necessaria determinazione.  
“Il Congresso Nazionale di Chia Laguna ha registrato quasi il 90% di presenze, frutto del senso di appartenenza che gli Associati seguitano a dimostrare, in controtendenza con la generalizzata crisi dei valori dell’associazionismo”.
Dopo le risultanze congressuali, il nuovo Esecutivo Nazionale si sta già attivando sui fronti dei quali era stata sottolineata l’importanza nella relazione conclusiva e che erano stati ripresi quali punti programmatici per il nuovo mandato: 

  • contributo ai lavori di recepimento della nuova Direttiva Europea sulla Distribuzione per consolidare la centralità della figura degli agenti anche nell’interesse dei consumatori
  • riaffermazione del diritto di preservare le prerogative professionali dell’agente, respingendo al mittente tutte le soluzioni potenzialmente in grado di ridimensionarne il ruolo e la centralità nel rapporto impresa-cliente
  • unità della categoria, da realizzarsi esclusivamente attraverso il rientro in SNA di chi ne è fuoriuscito
  • aumento delle tabelle provvigionali per un recupero immediato della redditività delle agenzie, avendo i sistemi cosiddetti variabili mostrato tutti i loro limiti nel garantire agli agenti serenità e stabilità
  • difesa in ogni sede della libertà organizzativa, commerciale, gestionale, operativa e decisionale – che trova riscontro anche nell’art. 17 della IDD – degli agenti
  • difesa della titolarità dei dati dei clienti e della libertà di costituire un database agenziale, di proprietà ed esclusivo utilizzo dell’agente
  • contrasto costante a qualsiasi tentativo delle mandanti di fare pressioni ed imporre illegittimi obblighi di fedeltà forzata ed esclusiva di fatto
  • opposizione alle clausole vessatorie contenute nei mandati, contrarie allo spirito dell’attuale impianto normativo ed europeo, al fine di vedere proclamata la nullità di tali pattuizioni
  • opposizione alle procedure ispettive messe in atto dalla compagnia, ispirate a logiche inquisitorie
Il Comitato Centrale ha inoltre approvato  il bilancio di previsione per il 2017.

Permalink link a questo articolo: http://www.snaasti.it/2017/05/3248/

mag 11

Formazione 2017

aecInformiamo gli iscritti che anche per l’anno 2017, AC Formazione, Scuola specializzata per il settore assicurativo, è stata scelta da SNA per erogare i corsi di Formazione e Aggiornamento Professionale ai fini IVASS (Regolamento IVASS n. 6/2014) per l’anno 2017.

Per i costi e/o per l’organizzazione dei corsi, rivolgiti al Presidente Provinciale Sna, oppure ad uno dei contatti sotto riportati. I corsi si svolgeranno online attraverso il portale e-learning dedicato agli utenti SNA.

Ricordiamo che sarà necessario concludere i corsi di Aggiornamento Professionale entro e non oltre il 31 dicembre p.v.

AC Formazione è una Scuola di Formazione specializzata che opera in ambito giuridico, economico, tecnico-fiscale per il mercato assicurativo e si avvale della consulenza in qualità di Responsabile Scientifico di Prof. Avv. Albina Candian (Professore Ordinario di Diritto Privato Comparato presso l’Università degli Studi di Milano e titolare dello Studio Legale Albina Candian & Partners con sede in Milano e Roma).

AC Formazione è in possesso della certificazione di qualità iso 9001:2008. Tale elemento fa sia considerata Scuola di Formazione di eccellenza.

Di seguito i contatti per informazioni e per l’acquisto dei corsi:

Permalink link a questo articolo: http://www.snaasti.it/2017/05/formazione-2017/

mag 09

Approvazione DDL

Approvazione DDL Concorrenza, “Abolizione del tacito rinnovo nei Danni, grave rischio di lasciare scoperti gli assicurati: un errore da correggere”

Approvato in prima lettura dalla Camera nell’ottobre 2015 e rivisto dalla X Commissione Industria nell’agosto 2016, il Ddl Concorrenza è stato approvato dal Senato lo scorso 3 maggio. In attesa che ritorni alla Camera per la definitiva asseverazione, ricordiamo che il provvedimento investe in maniera consistente anche il settore assicurativo e riassumiamo alcuni punti.

  • Gli intermediari, prima della sottoscrizione di un contratto di assicurazione obbligatoria RCA, sono tenuti a informare il consumatore in modo corretto, trasparente ed esaustivo sui premi offerti da tutte le imprese di assicurazione di cui sono mandatari mediante collegamento telematico al preventivatore consultabile nei siti internet dell’IVASS e del Ministero dello sviluppo economico; il contratto stipulato senza la dichiarazione del cliente di aver ricevuto queste indicazioni può essere annullato dal cliente​
  • Le imprese sono obbligate ad applicare significativi sconti sulle nuove polizze e sui rinnovi, in presenza di accettazione da parte del cliente di sottoporre il veicolo da assicurare ad ispezione da parte della compagnia e/o installazione o presenza sul veicolo di scatole nere o altri dispositivi con analoghe funzionalità e/o installazione o presenza sul veicolo di dispositivi che impediscono l’avvio del motore qualora sia riscontrato nel guidatore un tasso alcolemico superiore ai limiti stabiliti dalla legge. La definizione dei criteri per la determinazione di tale scontistica – così come la verifica sul rispetto della normativa e l’emanazione di sanzioni in caso di inottemperanza – è demandata all’IVASS e le imprese di assicurazione debbono pubblicare nel proprio sito internet l’entità degli sconti effettuati in attuazione alle nuove disposizioni. Ulteriori sconti dovranno essere applicati dalle imprese qualora l’assicurato contragga più polizze assicurative di veicoli in suo possesso e sottoscriva per ciascuna polizza una clausola di guida esclusiva
  • I dati contenuti nelle black box o in dispositivi analoghi hanno pieno valore probatorio in caso di sinistro; l’interoperabilità e la portabilità dei meccanismi elettronici che registrano l’attività del veicolo, anche nei casi di sottoscrizione da parte dell’assicurato di un contratto di assicurazione con un’impresa assicuratrice diversa da quella che ha provveduto a installare i meccanismi elettronici, sono garantite da “provider di telematica assicurativa”, i cui dati identificativi sono comunicati all’IVASS da parte delle imprese di assicurazione che ne utilizzano i servizi
  • L’attribuzione delle classi di merito non deve essere connessa alla durata del rapporto contrattuale tra l’assicurato e l’impresa né tesa ad ostacolare la mobilità tra le diverse compagnie
  • In caso di sinistri con soli danni a cose, l’identificazione di eventuali testimoni sul luogo di accadimento dell’incidente deve risultare dalla denuncia di sinistro o comunque dal primo atto formale del danneggiato nei confronti dell’impresa di assicurazione; altrimenti la compagnia deve farne richiesta all’assicurato – che deve essere avvisato delle conseguenze di una mancata risposta – entro sessanta giorni dalla denuncia di sinistro. Durante il processo civile, la Procura della Repubblica viene informata dal Giudice in caso di ricorrenza dei medesimi nominativi di testimoni presenti in più di tre sinistri negli ultimi cinque anni registrati nella banca dati dei sinistri
  • Il Ddl Concorrenza abolisce il tacito rinnovo dei rami Danni. 
“Un errore che dovremo correggere in fretta, soprattutto per il rischio di lasciare scoperti gli assicurati nel delicatissimo settore danni, sia RCT che per i contratti salute in generale” così ha commentato l’abolizione del tacito rinnovo nei rami Danni la sen. Laura Puppato, da sempre vicina allo Sna, che confida nel successivo passaggio alla Camera “È incomprensibile come mai si mantenga il tacito rinnovo per i contratti pluriennali anche decennali e si cancelli il tacito rinnovo in contratti annuali, che grazie a questa formula possono continuare a godere di benefici di tutela quali l’impossibilità di incrementare il premio per il cliente, l’aggravio di franchigie e scoperti qualora il rischio si aggravi nel corso dell’anno, nonché lo stesso rifiuto di rinnovo successivo. L’Italia è peraltro l’unico paese in Europa ad aver scelto questo modello”.

Permalink link a questo articolo: http://www.snaasti.it/2017/05/approvazione-ddl/

apr 18

Intervista al Presidente

INTERVISTA AL PRESIDENTE RIELETTO DEMOZZI
 

Si sono conclusi da poco i lavori del 50° Congresso Nazionale SNA a Chia (Cagliari) che ha dato ampia fiducia a C. Demozzi, riconfermato per la terza volta alla presidenza del Sindacato. Nell’intervista rilasciata dopo la prima riunione del nuovo Esecutivo Nazionale, il Presidente parla a tutto tondo del futuro dell’associazione e dei temi di maggiore attualità.
  • Le sinergie con i Gaa e la condivisione di un percorso, possibili quando il ruolo di rappresentanza è realmente svolto dai Gruppi Agenti nell’interesse della categoria e consente di individuare con Sna obiettivi condivisi. Oggi esiste la possibilità di superare problemi e malintesi perché con il Comitato dei Gaa esistono obiettivi condivisi più grandi di quei  malintesi.​
  • Le attività presso l’Antitrust non rientrano tra quelle ordinarie del Sindacato, ma proseguiranno, insieme a quelle presso le altre istituzioni preposte, fino a quando cesseranno definitivamente comportamenti delle imprese appartenenti ad altre epoche storiche e si aprirà la strada della conciliazione.
  • Il rinnovo dell’ANA, in relazione al quale SNA ha già comunicato all’ANIA la propria disponibilità a sedersi a discutere, seppure con la pregiudiziale della presa d’atto, da parte della rappresentanza delle Imprese, delle conquiste che la categoria ha ottenuto, grazie anche a interventi legislativi frutto di battaglie istituzionali e che rappresentano diritti non negoziabili.
  • La IDD, il cui recepimento è già sui tavoli istituzionali e che vede il Sindacato impegnato a scongiurare il  rischio di un eccesso di regolamentazione, pur con la consapevolezza delle difficoltà del legislatore, che già in passato ha incontrato atteggiamenti elusivi in occasione dell’emanazione di norme semplici e chiare come, ad esempio, il divieto di patti di distribuzione esclusiva. Una vera semplificazione normativa è possibile in un mercato libero e con parti leali, corrette e trasparenti. La normativa europea sottolinea la centralità dell’intermediario professionista e, per SNA, una regolamentazione adeguata è di grande importanza perché, come spesso è capitato in Italia, è lo strumento che sancisce per gli agenti diritti sacrosanti che per via negoziale non è stato possibile ottenere.
  • La nuova squadra di Esecutivo è chiamata a dimostrare che la linea politico sindacale di SNA è concreta e possibile ed è chiamata a scavare ulteriori solchi che incidano nella roccia i valori condivisi – quegli stessi valori che ci sono stati lasciati grazie all’opera di chi ha fatto grande il Sindacato – tracciando una strada ben delineata che possa essere utile anche a chi arriverà in futuro a guidare il Sindacato.

Permalink link a questo articolo: http://www.snaasti.it/2017/04/intervista-al-presidente/

apr 07

50° congresso Sna

1chia 2chia 
3chia 4chialaguna

DEMOZZI CONFERMATO PRESIDENTE.  

Il Congresso Nazionale tenutosi in Sardegna il 6 e 7 aprile ha rieletto Demozzi alla presidenza dello  SNA.
Un Congresso con una straordinaria partecipazione (oltre l’85% degli aventi diritto e da un’ampia convergenza sulla continuità della linea politica sindacale portata avanti negli degli ultimi anni con concreti risultati per la categoria.
Avanti, dunque, sulla strada del confronto con l’Ania, con le Istituzioni, con le autorità di settore, secondo il fil rouge della difesa delle prerogative e della libertà professionale degli agenti, in coerenza con l’evoluzione della normativa comunitaria, che conferma la centralità del ruolo degli agenti per un mercato sempre più orientato alla tutela dei consumatori.

Il nuovo Esecutivo Nazionale vede diverse conferme ed alcuni nuovi ingressi.
Elena Dragoni mantiene la carica di Vicepresidente vicario, affiancata dal Vicepresidente Corrado Di Marino; restano in squadra Angela Occhipinti, Andrea Lucarelli, Gianluigi Lovatti, Paolo Bullegas, Michele Languino, Giuseppe Rapa, mentre fanno parte per la prima volta dell’Esecutivo Pisana Liberati, Gaetano Vicinanza, Marcello Bazzano.

 5chialaguna RELAZIONE
CONGRESSO

Permalink link a questo articolo: http://www.snaasti.it/2017/04/50-congresso-sna/

mar 21

Nuovo Esecutivo Provinciale

Gli iscritti alla provinciale di Asti, nell’assemblea congressuale di lunedì 20.03.2017
presso l’Ascom/Confcommercio di Asti, hanno eletto il nuovo esecutivo composto da: 

Esecutivo-Provinciale-SNA-Asti-2017

Permalink link a questo articolo: http://www.snaasti.it/2017/03/nuovo-esecutivo-provinciale/

mar 17

Ivass, basta con la carta

 

ivass paperless

L’IVASS introduce la digitalizzazione delle istanze e le comunicazioni
per l’aggiornamento del RUI (Registro Unico Intermediari)

Dal prossimo 20 marzo gli Intermediari potranno inviare le istanze e le comunicazioni per l’aggiornamento del RUI in formato digitale. Si tratta di una svolta nei rapporti tra l’IVASS e gli operatori, che semplifica la presentazione delle istanze, migliorando e snellendo i processi interni di gestione del Registro con ricadute positive sui costi e sui tempi delle istruttorie. Con il nuovo sistema è sufficiente scaricare il modello unico in formato PDF (dal 20 marzo su www.ivass.it), compilarlo off-line, sottoscriverlo con firma digitale e allegarlo a un messaggio di posta elettronica certificata indirizzato alla casella pec dedicata istanze.rui@pec.ivass.it (un solo modello per ciascun messaggio).
Inoltre le proprietà del modello unico PDF consentono all’intermediario che presenta la richiesta di verificare, in corso di compilazione, la congruenza dei dati forniti, evitando errori, ancora frequenti, e omissioni di informazioni necessarie.
Per consentire un passaggio graduale al nuovo sistema è previsto un periodo transitorio fino al 5 giugno 2017, in cui sarà ancora possibile utilizzare gli allegati cartacei. Dal 5 giugno 2017 il modello digitale sostituirà definitivamente il vecchio sistema.
A partire dal 20 marzo 2017 saranno disponibili nel sito www.ivass.it il Provvedimento n.58 del 14 marzo che disciplina il nuovo sistema, il modello PDF e gli allegati.

Ricordiamo che il servizio di assistenza telefonica Ivass (06-42133526) è attivo dal lunedì al venerdì, dalle 9:00 alle 13:30)

Permalink link a questo articolo: http://www.snaasti.it/2017/03/ivass-basta-con-la-carta/

feb 17

Rinnovata la convenzione con la Banca d’Alba

letteraSNA_BAlba

Permalink link a questo articolo: http://www.snaasti.it/2017/02/rinnovata-la-convenzione-con-la-banca-dalba/

set 16

Rinnovo/adesione iscrizione 2017

logo-indRINNOVO/ADESIONE SNA 2017 AGENTE SINGOLO
Ricordiamo ai Colleghi il rinnovo per l’anno 2017.
La quota di adesione o di rinnovo è rimasta invariata rispetto agli anni passati, € 330,00 per ogni Agente, compresi due dipendenti. Aumenta di € 44,00 per ogni dipendente in più. Alla quota di cui sopra, occorre aggiungere il contributo per la Provinciale Sna di Asti che è di € 100,00 per ogni Agente, comprensivo dell’adesione all’Ascom/Confcommercio di Asti.

RINNOVO/ADESIONE SNA 2017 – ISCRIZIONE SOCIETA’
Per le Società (S.a.s./S.r.l./S.n.c./S.p.A.), il contributo sindacale nazionale è fissato in € 550,00;
la quota aumenta di € 66,00 per ogni Socio Agente oltre il primo e di € 44,00 per ogni dipendente oltre i primi due. Qualora la Società fosse costituita da un singolo Socio Agente, la quota prevista è quella
sopra indicata per singolo agente, più la quota provinciale.
Per iscriversi, occorre compilare la scheda di adesione e inviarla allo 0141.34584

Permalink link a questo articolo: http://www.snaasti.it/2016/09/rinnovoadesione-2017/